a cura di Pasquale Paglia

 

 

FESTA DI CARNEVALE ORGANIZZATA DALLA PARROCCHIA

 

 

Atmosfera gioiosa, il 15 febbraio a Papanice, per la 2° edizione della festa di Carnevale, organizzata dal Consiglio Pastorale e dagli Animatori della Parrocchia; la festa ha visto una grande partecipazione dei vari gruppi di ragazzi dell’Oratorio, dei loro genitori e di tanta altra gente, tanto che la palestra della Scuola Elementare si è gremita fino all’inverosimile; tutti i ragazzi e gli animatori della serata erano adornati in stile carnevalesco per l’occasione. Come ogni anno il Carnevale arriva nelle nostre città portando tanto colore ed allegria tra le vie; considerata la festa del travestimento, dove ognuno si scambia i ruoli soliti, nascondendosi dietro ad identità mascherate, con atteggiamenti, abiti che rappresentano il personaggio; caratterizzato da colori e schiamazzi, il Carnevale è definito la festa dell’allegria per eccellenza, dove si esalta il divertimento, uno ei tanti diversivi, per allontanare la noia e la tristezza, e si cerca di liberare la fantasia e di catturare un po’ di felicità; ma anche un modo per rifornirci, per prepararci al meglio al periodo di Quaresima caratterizzato da astinenza e digiuno. Il pomeriggio è iniziato con l’abbellimento a festa della palestra della Scuola Elementare, da parte di alcuni ragazzi dell’Oratorio settore-calcio guidati dagli animatori, con festoni e palloncini colorati, e già da qui che si prevedeva una serata di divertimento ed unione tra tutti noi della Parrocchia. Ed ecco arrivare “le signore del bouffet” che come in altre occasioni si occupano egregiamente del ristoro, offerto dai genitori dei ragazzi: chiacchiere, castagnole e tanti dolci a farne da padrona. Si inizia con l’accoglienza delle piccole maschere da parte di noi animatori, e poi via con le sfilate, con balli, canti e tanta allegria e sorrisi; e poi ecco arrivare la sorpresa della serata: alcuni animatori hanno preso le vesti de “I Cugini di Campagna”, che ci hanno regalato un’esibizione “fuori dal normale”, tra lo stupore e le risate dei presenti. E tra lo svolazzare di coriandoli, nastri colorati, palloncini e tante risate ed allegria, la serata è terminata, sperando di aver lasciato nei cuori dei presenti tanta gioia e l’esempio che basta poco per fare felice tutta la gente di qualsiasi età.

 Anna Carvelli

 

Tratto da “La Provincia KR” del 20 febbraio 2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente