a cura di Pasquale Paglia

 

 

Sul capo della statua del patrono di Papanice posata la nuova raggiera

INCORONAZIONE DI SAN PANTALEONE. L'ABBRACCIO COMMOSSO DEI FEDELI

Cerimonia in piazza Europa durante la Messa

_______________________________________________________

Il parroco: è un moneto storico per la nostra comunità

_______________________________________________________

Piazza Europa domenica scorsa era gremita di fedeli, accorsi al richiamo dell’evento dell’incoronazione della statua di san Pantaleone, patrono della frazione Papanice, con la nuova raggiera in argento, oro e pietre preziose. Nei volti e negli occhi di ognuno di loro si intravedeva tanta gioia e commozione.

Domenica 25 luglio ricorreva nella comunità della parrocchia dei santi Pietro e Paolo anche l’avvio della fase centrale dei riti religiosi, e non, della festa annuale in onore di san Pantalone, che troverà il suo culmine oggi, martedì 27 luglio, con il bacio della reliquia del santo (durante le messe nella chiesa madre delle ore 8, 11 e 17.30) e la processione trionfale per le vie di Papanice (ore 18.30); a cui seguiranno i fuochi d’artificio (ore 21.30) e l’esibizione dell’orchestra Aumm... Aumm (tributo a Renzo Arbore), specializzata in musica napoletana. Gli altri festeggiamenti civili, infine, si concluderanno mercoledì 28 luglio con le esibizioni del Club dei clown (Bimbi a bordo) e della scuola di danza Maria Taglioni, e l’estrazione della riffa a premi in piazza Europa.

La festa del patrono della frazione è per i fedeli un momento propizio per riscoprire Dio, ripercorrendo la vita del santo come esempio di amore e di misericordia e per lodarlo e ringraziarlo con intensità di fede. San Pantaleone, medico e martire, nato a Nicomedia e vissuto al tempo dell’imperatore romano Galerio Massimiano, convertitosi al cristianesimo divenne annunciatore del Vangelo e perciò fu ucciso per decapitazione, diventando martire della Chiesa, il 27 luglio dell’anno 305.
San Pantaleone è il protettore della parrocchia papanicese sin dalla sua fondazione. Negli ultimi anni, per ringraziarlo ed onorarlo, il consiglio pastorale con il parroco don Angelo Elia hanno pensato di realizzare un’opera con l’oro donato nel tempo dai fedeli come ex voto e con quello raccolto lo scorso 18 aprile, quando si è provveduto anche alla sua fusione. L’opera, una raggiera, è stata realizzata dal maestro orafo Michele Affidato ed è stata benedetta il 19 maggio scorso in piazza san Pietro in Vaticano, durante l’udienza generale del pontefice Benedetto XVI.

La raggiera realizzata in stile bizantino, è stata posta sul capo della statua di San Pantaleone, appunto, domenica 25 luglio. Ad assistere alla cerimonia durante la Messa delle ore 18.30, presieduta da monsignor Francesco Frandina, vicario dell'arcivescovo, e celebrata in piazza Europa, autorità civili, militari e religiose.

La celebrazione è stata anticipata dalla recita della 'coroncina' e della novena in onore di San Pantaleone.

Nell'omelia monsignor Frandina si è soffermato sulla incoronazione di san Pantaleone: "di solito si incorona un re o una regina, con questo gesto al santo noi fedeli abbiamo voluto nominarlo re di Papanice, re dei nostri cuori".

E' seguita la benedizione e il posizionamento della raggiera sul capo della statua: è stato questo uno dei momenti più emozionanti e significativi di tutta la celebrazione, sfociato in un grande applauso da parte di tutti i numerosi fedeli presenti; si è poi continuato con la firma di alcuni atti riguardanti l'autenticità della corona, che vanno custoditi negli archivi parrocchiali. "Con la firma di questi atti entriamo nella storia della nostra parrocchia", ha affermato, commosso, il parroco don Angelo Elia.

Al termine della celebrazione eucaristica si è tenuta la processione, con fiaccolata, della statua del santo per le vie principali del paese.

Questa domenica di fine luglio, comunque, sarà un giorno indimenticabile per tutti i presenti all'incoronazione di san Pantaleone.

Anna Carvelli

Tratto da “Il Crotonese” del 27 luglio 2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente