a cura di Pasquale Paglia

 

 

Palma di S. Pantaleone benedetta dal Papa
I parrocchiani di Papanice ricevuti in udienza generale

 

Che Papa Francesco abbia conquistato i cuori di tutti lo si era capito già da tempo. ma adesso lo possono dire forte anche i parrocchiani della frazione Papanice di Crotone. In occasione dell’udienza generale del 18 giugno,infatti, un nutrito gruppo di fedeli della parrocchia dei santi Pietro Paolo di Papanice, si è recato a Roma per portare un dono al Santo Padre e per far  benedire la palma d’argento, realizzata da Michele Affidato, che verrà messa nella mano di San Pantaleone, protettore di Papanice, il prossimo luglio nel giorno della festa patronale.

Nonostante le difficoltà presentate dalle condizioni meteorologiche, tutto è andato per il meglio. Entrati nella maestosa piazza San Pietro accompagnati da uno splendido arcobaleno, i parrocchiani papanicesi, con il cuore palpitante di pura gioia, sono andati incontro finalmente alla realizzazione di un sogno: vedere da vicino Papa Francesco.

Quando Bergoglio arriva in piazza alle ore 10.00. esplode la gioia di tutti i Fedeli, giunti lì da ogni parte del mondo per lo stesso obbiettivo: "imparare a parlare il linguaggio dell’amore, della bontà c della carità". "E stato una cosa mollo commovente vedere Papa Francesco salutare i fanciulli con grande affetto e umiltà - commentano i parrocchiani - Tutti lo acclamavano e lo salutavano e lui ricambiava con un gesto della mano e con il suo sorriso che li scalda il cuore".

Alla fine dell’udienza, il Santo Padre ha benedetto tutti gli oggetti portali dai vari gruppi partecipanti, tra cui la palma di argento di San Pantaleone presentata al Papa dal parroco don Angelo Elia, che nello stesso momento ha consegnato al pontefice un dono a nome di tutta la comunità parrocchiale, anche quest’ultimo realizzato dall’orafo Michele Affidato.

 

Tratto da “Il Crotonese” del 21 giugno 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente