a cura di Pasquale Paglia

 

 

Domenica nella frazione la cerimonia d’incoronazione della statua del patrono durante una messa in piazza

PAPANICE È IN FESTA

Nuova raggiera per san Pantaleone

 

 

Domenica prossima sarà festa grande per la comunità dei fedeli di Papanice, la popolosa frazione di Crotone. Il prossimo 25 luglio, infatti, durante i festeggiamenti annuali in onore del santo patrono, si terrà l’incoronazione della statua di san Pantaleone con una nuova raggiera, realizzata dall’orafo Michele Affidato anche con l’oro donato dai parrocchiani.

La cerimonia si terrà direttamente in piazza Europa, dirimpetto alla chiesa madre parrocchiale dei santi Pietro e Paolo dov’è c’è la teca che custodisce la statua del santo, nel corso della messa che inizierà alle ore 18.30. Presenzieranno, oltre a quelle religiose, autorità civili e militari. In seguito (alle ore 20.30) la statua di san Pantaleone verrà portata in processione, con fiaccolata, per le vie della frazione. La serata dedicata all’incoronazione del santo sarà conclusa da uno spettacolo di moda, canto, ballo e cabaret (dalle ore22).

Il progetto di ornare la testa della statua del patrono con un’opera d’arte orafa, era cullato da tempo dalla comunità papanicese per rimarcare la forte devozione della popolazione verso il santo, martire e medico. E si è concretizzato quest’anno a tappe ravvicinate con la collaborazione dell’orafo Affidato, al quale il parroco don Angelo Elia ed il consiglio pastorale parrocchiale hanno commissionato la nuova raggiera in argento, oro e pietre preziose. La prima tappa di questo cammino, che avrà il suo culmine appunto domenica 25, ha avuto luogo lo scorso 18 aprile quando nella chiesa dei santi Pietro e Paolo si è provveduto alla fusione dell’oro donato dai fedeli.

Il 19 maggio successivo l’opera, nel frattempo realizzata da Affidato, è stata benedetta da papa Benedetto XVI durante l’udienza generale in piazza san Pietro, alla presenza di una folta rappresentanza di fedeli provenienti dalla Parrocchia di Papanice.

Oltre alla nuova raggiera, nella festa di quest’anno saranno presentate altre due opere dedicate al patrono: le due vetrati nella chiesa dei santi Pietro e Paolo raffiguranti il battesimo ed il martirio di san Pantaleone, che si aggiungono ai quattro quadri del santo inaugurati lo scorso anno.

 

IL MESSAGGIO DEL PARROCO AI FEDELI

San Pantaleone, medico e martire, nato a Nicomedia,(oggi Jzmit in Turchia), vissuto al tempo dell’imperatore romano Galerio Massimiano, convertitosi al cristianesimo, divenne annunciatore del Vangelo, operatore di miracoli, difensore della fede in Gesù Cristo per cui morì martire il 27 luglio dell’anno 305. Quest’anno presentiamo tre nuove opere (le due vetrate raffiguranti il battesimo e il martirio di san Pantaleone e la nuova raggiera con cui verrà incoronato san Pantaleone) che con l’aiuto del Signore, di san Pantaleone e vostro abbiamo aggiunto ai quattro quadri di san Pantaleone inaugurati l’anno scorso.

La festa sia per noi un momento propizio per riscoprire Dio, sperimentare il suo amore di Padre che perdona e dà pace, per testimoniare quest’amore misericordioso del Signore sull’esempio di san Pantaleone e per lodare e ringraziare con particolare intensità di fede e di amore san Pantaleone che credendo fortemente nella Parola di Gesù è divenuto per noi e per tutta la Chiesa modello di fede e di misericordia.

San Pantaleone ci faccia essere uniti a Cristo, partecipi alla vita della Chiesa e impegnati nella vita sociale e cristiana per formare una comunità viva e operosa nella fede e nell’amore. Mediante l’intercessione di san Pantaleone ci benedica il Signore oggi e sempre.

Don Angelo Elia

(parroco di Papanice)

 

L’orafo Michele Affidato illustra la sua creazione

UN’OPERA D’ARTE CHE PROVA A RACCONTARE L’EPOCA BIZANTINA DEL MEDICO E ARTIRE

“Per la raggiera mi sono ispirato all’arte orafa bizantina che riguarda proprio il periodo nel quale san Pantaleone visse a  Costantinopoli, capitale dell’impero bizantino”. Lo afferma Michele Affidato, l’orafo crotonese che ha realizzato il prezioso monile.

“La raggiera - spiega ancora l’orafo specializzato anche in arte sacra – è realizzata interamente a mano con la tecnica dello sbalzo. Misura 45 centimetri di circonferenza ed è composta da 16 raggi. Nella raggiera sono state così incastonate 16 pietre suddivise in ametiste di taglio ovale briolé e pietre verdi taglio tondo sfaccettato per dare più risalto al sacro arredo”.

Otto raggi sono stati creati con un rilievo liscio dove è stata eseguita una particolare lavorazione di brillantatura del metallo in modo da farne risaltare in tutta la sua brillantezza il colore dell’oro e dell’argento. Nel restante della raggiera è stata eseguita una lavorazione a sbalzo che evidenzia varie forme floreali.

Sempre nel campo dell’arte sacra, Michele Affidato è attualmente impegnato nella realizzazione delle opere legate all’evento, nato dalla collaborazione della struttura Rai vaticana e la Conferenza episcopale italiana, dedicato alla memoria di Giovanni Paolo II.

 

I FESTEGGIAMENTI PREVISTI

Il clou dei festeggiamenti civili dedicati a san Pantaleone sarà l’esibizione dell’orchestra Aumm... Aumm (tributo a Renzo Arbore), specializzata in musica napoletana, martedì 27 luglio a partire dalle ore 22. Mezz’ora prima ci saranno i fuochi d’artificio.

Tra gli altri festeggiamenti civili, lo spettacolo di moda, canto, ballo e cabaret la sera di domenica 25 (dalle ore 22); la maratona parrocchiale per le vie della frazione (raduno alle ore 18.30 al piazzale Conca d’oro-campi di bocce) e l’esibizione del gruppo folkloristico e spettacolo dei ‘Nuovi talenti show’ la sera di lunedì 26 (dalle ore 21.30); e le esibizioni del ‘Club dei clown’ (Bimbi a

Bordo) e della scuola di danza ‘Maria Taglioni’la sera di mercoledì 28 luglio a partire dalle ore 21. La stessa sera, quella conclusiva, dopo gli spettacoli, saranno estratti i numeri vincenti della riffa a premi. Durante la settimana di festa sarà il complesso bandistico di Crotone e Papanice ad allietare la popolazione.

Tra i momenti religiosi, per oggi, sabato 24 luglio, è prevista la benedizione del comitato parrocchiale festa e dei portantini, durante la messa delle ore 18.15 (omelia di padre Vito Spagnolo); domenica 25 alla 18.30 si terrà invece l’incoronazione di san Pantaleone con la nuova raggiera durante la messa delle ore 18.30 celebrata in piazza Europa; seguirà alle 20.30 una processione con fiaccolata. Lunedì 26, durante la messa delle ore 18.15, ci sarà la benedizione degli emigrati con l’omelia di don Ezio Limina. Intensa la giornata di martedì 27: durante le messe delle ore 8, delle 11 (omelia di don Elia su ‘la festa del santo a Papanice’) e delle ore 17.30 si potrà baciare la reliquia di san Pantaleone; alle 18.30 partirà la ‘processione trionfale’ del santo conclusa da don Ezio Limina.

Infine, mercoledì 28 è in programma una messa alle ore 17.30.

 

Tratto da “Il Crotonese” del 24 aprile 2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente