a cura di Pasquale Paglia

 

 

PER SAN PANTALEONE UNA NUOVA RAGGIERA

   

Una nuova raggiera in argento, oro e pietre preziose farà da corona alla statua di San Pantaleone, protettore di Papanice. La parrocchia della frazione di Crotone, intitolata ai santi Pietro e Paolo, ha infatti dato incarico all'orafo Michele Affidato di creare l'oggetto sacro, che dovrebbe essere consegnato tra qualche mese, fiduciosa che la corona andrà ad arricchire il patrimonio d'arte sacra, già vasto, della nostra regione.

La comunità papanicese, fortemente devota al santo martire e medico, protettore dei medici e delle ostetriche, ha già offerto oggetti d'oro che, uniti a quelli donati nel corso degli anni, saranno ora utilizzati per la realizzazione della raggiera. La fusione dell'oro donato dai fedeli sarà effettuata domenica 18 aprile davanti alla stessa comunità papanicese.

La scelta del parroco di Papanice, don Angelo Elia, e del consiglio pastorale parrocchiale sull'orafo che dovrà realizzare il monile, è caduta su Affidato per la professionalità e l'impegno già dimostrato dal maestro nella creazione di altre opere d'arte sacra sia per chiese che per autorità religiose, ma non solo. Sue realizzazioni, ad esempio, sono state consegnate a Rita Levi Montalcini e Lech Walesa (già insigniti del premio Nobel) e, più recentemente, ai premiati 'speciali' durante il Festival di Sanremo 2010.

Per la sua capacità di realizzare opere d'arte sacra, comunque, il crotonese Affidato è oggi considerato uno degli orafi più ricercati in questo specifico settore. E ciò gli ha permesso di essere ricevuto ben 13 volte in Vaticano da Papa Giovanni Paolo II e dall'attuale pontefice Benedeto XVI.

 

Tratto da “Il Crotonese” del 1 aprile 2010

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente