a cura di Pasquale Paglia

 

 

L’orafo Michele Affidato realizza la Palma per la statua di San Pantaleone

In occasione della prossima festa Patronale di San Pantaleone, Martire, (25-27 Luglio) l’orafo Michele Affidato impreziosirà la statua di San Pantaleone protettore di Papanice con un nuovo simbolo cristiano per darle maggiore solennità e per rendere più viva la partecipazione del popolo alla festa.

In un colloquio tra il Parroco don Angelo Elia e l’orafo Michele Affidato è nata la felice idea di realizzare una “Palma” in argento da collocare nella mano sinistra della Statua di San Pantaleone.

Il messaggio che dà la Palma del Martirio nella mano del Santo consiste in un forte richiamo per tutto il popolo ad avere una fede salda in Gesù Cristo, ad essere vittoriosi su ogni forma di male e ad essere pieni di speranza in una vita nuova.

La simbologia cristiana, presente fin dall'epoca paleocristiana, è legata a un passo dei Salmi, dove si dice che come fiorirà la palma così farà il giusto: la palma infatti produce un'infiorescenza quando sembra ormai morta, così come i martiri hanno la loro ricompensa in paradiso.

Nella domenica detta appunto delle Palme la simbologia rimanda all'entrata trionfale di Gesù Cristo in Gerusalemme prefigurando in anticipo la Resurrezione dopo la morte. Ugualmente, la palma ha lo stesso valore di simbolo della resurrezione dei martiri

Nell’antica arte cristiana, nell’iconografia, troviamo numerose raffigurazioni dei santi martiri che hanno una palma in mano con un riferimento chiaro a quelle persone cristiane che hanno riportato la vittoria, morendo fiduciosi per la loro fede in Gesù Cristo.

Questa è la seconda opera che l’orafo Michele Affidato realizza per la Parrocchia SS. AA. Pietro e Paolo di Papanice e sempre per la Statua di San Pantaleone; la prima opera fu la realizzazione di una raggiera in argento, oro e pietre, nata dalla fusione degli ex voto raccolti nel corso degli anni.

Come la raggiera di San Pantaleone fu portata a Roma per farla benedire dal Papa Emerito Benedetto XVI nell’udienza generale del 19 Maggio 2010, così anche in questa occasione la Palma sarà benedetta da Papa Francesco nell’udienza generale del 18 Giugno prossimo; in quest’occasione il parroco, l’orafo Michele Affidato definito “l’orafo dei Papi” è una numerosa rappresentanza della comunità parrocchiale di Papanice saranno presenti in piazza San Pietro è lasceranno al Papa un ricordo di arte orafa, come avvenne per la benedizione della Raggiera.

Con questa ennesima creazione, sono sei le opere di arte sacra realizzate dal maestro orafo Michele Affidato che hanno ricevuto la benedizione di Papa Francesco: la spada realizzata per San Michele Arcangelo di Cuturelle, la corona creata per Santa Veneranda in Carfizzi, le corone della Madonna Regina Pacis della Cattedrale di Ostia, lo Stellario per l’Immacolata di Castelsilano è le corone della Madonna della Pietra di Chiaravalle.

La Palma sarà collocata sulla statua di San Pantaleone durante i festeggiamenti in onore del Santo Martire che si celebreranno dal 25 al 28 Luglio prossimo.

Sicuri che questo nuovo progetto intrapreso susciterà nell’animo di tutti i nostri parrocchiani unanimi consensi e grande gioia, speriamo che sia anche di monito per un maggiore attaccamento al Santo, che merita la nostra devozione.

San Pantaleone, guidi e protegga sempre la nostra comunità parrocchiale.

Tratto dal portale “cn24tv.it” del 16 maggio 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Precedente