a cura di Pasquale Paglia

 

 

SESTA PARTE

 GLI ORGANISMI COLLEGIALI

Il Consiglio Parrocchiale per gli AFFARI ECONOMICI

 

 REGOLAMENTO

1. NATURA

Il Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici costituito dal Parroco in attuazione del Can. 537 del Codice di Diritto Canonico, Ŕ l'organo di collaborazione dei fedeli con il Parroco nella gestione amministrativa della Parrocchia.

1.      FINI

Il C. P. A. E. ha i seguenti scopi:

a.      Coadiuvare il Parroco nel predisporre il bilancio preventivo della Parrocchia;

b.      Approvare il rendiconto consuntivo;

c.       Esprimere il parere sugli atti di straordinaria amministrazione;

d.      Mettere a conoscenza della ComunitÓ annualmente il rendiconto del bilancio consuntivo.

 

2.      COMPOSIZIONE

Il C. P. A. E. Ŕ composto dal Parroco, che di diritto ne Ŕ il Presidente e da laici, attivamente inseriti nella vita parrocchiale, integri nella moralitÓ, nominati dal Parroco.

 

3.      COMPITI DEL PRESIDENTE

a.     Convoca le riunioni;

b.     Fissa l'ordine del giorno;

c.      Presiede le riunioni;

d.     Resta esclusivo rappresentante legale e amministratore di tutti i beni parrocchiali (Can 532).

 

4.      POTERI DEL CONSIGLIO

Il C. P. A. E. ha funzione consultiva non deliberativa.

Il Presidente potrÓ tener conto del parere del Consiglio.

 

5.      RIUNIONE DEL CONSIGLIO

Il Consiglio si riunisce ogni trimestre nei locali parrocchiali.

  

6.      COMPOSIZIONE DEL C. P. A. E. ANNO 2012 - 2013

1. Don Angelo Elia (presidente)

2. Paglia Pasquale

3. Tigano Domenico

 
   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      Precedente