a cura di Pasquale Paglia

 

 

SESTA PARTE

 GLI ORGANISMI COLLEGIALI

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale

 

La teologia e spiritualità della comunione ispirano un reciproco ed efficace ascolto tra Pastore e fedeli, tenendoli, da un lato uniti a priori in tutto ciò che è essenziale, e spingendoli dall'altro a convergere normalmente anche nell'opinabile verso scelte ponderate e condivise.

Occorre a questo scopo far nostra l'antica sapienza che sapeva incoraggiare i pastori al più ampio ascolto di tutto il Popolo di Dio.39

 STATUTO

1.      COSTITUZIONE

Nella Parrocchia dei SS. AA. Pietro e Paolo in Papanice di Crotone è costituito il Consiglio Pastorale Parrocchiale secondo il presente statuto.

 

2.      FINALITA'

Il C. P. P. è l'organo ordinario e significativo nel quale gli animatori e gli operatori pastorali testimoniano la comunione ecclesiale, la visibile unità con il Parroco e prestano la loro collaborazione nel promuovere le attività pastorali (cf. Can. 536 § 1 del C. J. C.).

3.      COMPITI

Il C. P. P. ha funzione consultiva, non deliberativa (Can. 536 § 2). In particolare studia, discerne, programma, attua e verifica l'azione pastorale della comunità intera per salvaguardarne e svilupparne la comunione e l'unità fraterna, l'azione sacramentale - liturgica, l'evangelizzazione e la missionarietà e la promozione umana e sociale del territorio, la testimonianza della carità, la catechesi e la formazione. I laici, in un confronto aperto e fraterno, sono chiamati ad essere responsabili e partecipi del servizio di Cristo all'uomo e alla comunità cristiana.

 

4.      IL PARROCO

Essendo, per mandato del Vescovo, il responsabile della comunità parrocchiale, spetta al Parroco ogni decisione, dopo aver ricercato e ascoltato attentamente il parere del C. P. P., ascoltandolo ordinariamente come valido strumento per la guida della comunità parrocchiale.

 

5.      MEMBRI

Il C. P. P. è composto dal Parroco e da laici scelti da lui tra coloro che sono attivamente impegnati nella vita della comunità parrocchiale.

 

6.      DURATA

Il C. P. P. ha la durata di tre anni. I consiglieri uscenti possono essere tutti o in parte riconfermati. Il Parroco, a sua discrezione, per il bene della comunità, può decidere la sospensione o la rimozione dei consiglieri.

 

7.      SEDUTE

Il C. P. P. ordinariamente è convocato dal Parroco una volta al mese. Esso può essere convocato, sempre dal Parroco, per occasioni particolari. Alla fine di ogni seduta viene stilato il verbale dell'ordine del giorno dal segretario incaricato.

 

8.      COMPOSIZIONE DEL C. P. P. ANNO 2014 - 2015

 

1. Don Angelo Elia (presidente)        Tel. 0962-69405

2. Don David Fiore

3. Don Antonio Macrì 

4. Aracri Anna Maria (segretaria)

5. Brutto Simona 

6. Carvelli Anna 

7. Giardino Adelina                    

8. Lidonnici Maria                           

9. Paglia Pasquale                            

10. Pedace Ada                                          

11. Stricagnoli Francesca

12. Sulla Angela

13. Tigano Domenico   

39 Giovanni Paolo II, Novo Millennio Ineunte, 45

 
   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      Precedente