a cura di Pasquale Paglia

 

 

 PANTALEONE

  Martire  della fede

 

DALLA PREMESSA DEL LIBRO:

"PANTALEONE Martire della fede"

      Questa pubblicazione, per merito del Parroco Don Angelo Elia e dell'assidua collaborazione e vivo interesse di Paglia Pasquale, è arrivata nelle vostre mani: il mio augurio è che una conoscenza del Santo Patrono significhi risveglio di devozione individuale e comunitaria, presa di coscienza della propria identità cristiana e impegno a camminare verso la santità sull'esempio di San Pantaleone.

      I Santi furono uomini come siamo noi: conobbero le difficoltà e le debolezze, come le conosce ogni creatura umana; ma ebbero il grande potere di rivelarci come l'uomo debba comportarsi in questo mondo per guadagnare la vita eterna.

      "Santo è chi riesce a farci intravedere l'eternità, malgrado la grave opacità del tempo". Così Henri de Lubac definisce il Santo e così lo puoi cogliere in modo palpitante nelle pagine di questo libro.

      San Pantaleone morì giovane; ma fu santo e perciò oggi vive più di quando era su questa terra, proprio perché con la santità diede un valore eterno alla sua esistenza e alla sua azione.

      I santi sono gli interpreti migliori delle più nobili aspirazioni umane: sono le luci che il Signore accende su questa terra perché illuminino l'umanità anche nelle ore più tempestose, come le ore in cui stiamo vivendo, nonostante le grandi conquiste scientifiche raggiunte.

      Non è la scienza che renderà felice la vita dell'uomo, ma la bontà. E i santi rimangono sempre come modelli veri di bontà per gli uomini di tutti i tempi e di tutte le parti della terra.

      La "vita" di San Pantaleone Martire si offre ai cristiani del nostro tempo, in particolare alla nostra comunità cristiana, come testimone di una vita che è nello stesso tempo esempio di professionalità, era medico nella città di Nicomedia e nel palazzo dell'imperatore, e di fede, nei tempi difficili della persecuzione contro i cristiani.

      Di fronte alle scelte fondamentali che si presentano nella vita dell'uomo, il Martire comprese che la professione e la vita erano da rispettare come dovere grave presso la propria coscienza e della società, ma ancor più la fede in Cristo era da difendere anche a prezzo della professione e della vita terrena.

      Nel dilemma fra tempo ed eternità, fra il proprio io e Dio, fra ragione e fede, San Pantaleone non esitò ad affermare la superiorità assoluta di Dio sulle esigenze dell'uomo. Il martirio per decapitazione storicamente appariva nel lontano anno 305 la sconfitta del credente di fronte alla potenza del potere imperiale. Tuttavia mentre cadeva nell'oblio della storia il nome del persecutore, Galerio Massimiano, il nome del martire Pantaleone continua a vivere come segno di speranza anche oggi.

 Don Angelo Elia

 
   

 

 

Vita

Coroncina

Novena

Inni

Messa

______

Foto di San Pantaleone nel mondo

La Tela della "Gloria"

I Quadri sulla vita

Le vetrate raffiguranti il Battesimo e il Martirio

Fusione dell'Oro per la nuova Raggiera

Papa Benedetto XVI benedice la nuova Raggiera  

Rappresentazione Teatrale sulla vita (foto)

Rappresentazione Teatrale sulla vita (video)

Imposizione della raggiera sul capo di S. Pantaleone

Papa Francesco benedice la Palma

Imposizione della Palma sulla statua di San Pantaleone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

        Precedente