a cura di Pasquale Paglia

 

 

 

 

SANTA MESSA   DI

SAN    PANTALEONE

 

antifona D’Ingresso
Questo santo lottò fino alla morte per la legge del Signore, non temette le minacce degli empi, la sua casa era fondata sulla roccia.

 

Colletta
O Dio che al tuo Martire San Pantaleone, nostro protettore, hai dato la forza di vincere vari tormenti e di pregare per i suoi persecutori, e per la sua intercessione hai operato tanti miracoli, concedi anche a noi, che imploriamo il suo aiuto, di essere liberati nel corpo da ogni male, di avere l'anima monda da ogni pensiero colpevole, e di imitarlo nella fermezza della fede e nell'azione misericordiosa, per godere in terra della sua protezione e per condividere il suo trionfo nel cielo. Per il nostro Signore Gesù Cristo...
      Amen.

 

Prima Lettura

Dal secondo libro delle Cronache

(24, 18-22)

I

n quei giorni, i capi di Giuda trascurarono il tempio del Signore, Dio dei loro padri, per venerare i pali sacri e gli idoli. Per questa loro colpa l'ira di Dio fu su Giuda e su Gerusalemme. Il Signore mandò loro profeti perché li facessero ritornare a lui. Questi testimoniavano contro di loro, ma non furono ascoltati. Allora lo spirito di Dio investì Zaccaria, figlio del sacerdote Ioiadà, che si alzò in mezzo al popolo e disse: "Dice Dio: "Perché trasgredite i comandi del Signore? Per questo non avete successo; poiché avete abbandonato il Signore, anch'egli vi abbandona"". Ma congiurarono contro di lui e per ordine del re lo lapidarono nel cortile del tempio del Signore. Il re Ioas non si ricordò del favore fattogli da Ioiadà, padre di Zaccaria, ma ne uccise il figlio, che morendo disse: "Il Signore veda e ne chieda conto!".
Parola di Dio.

 

Salmo Responsoriale

(dal Salmo 115)

Rit. Preziosa è agli occhi del Signore la morte dei suoi santi.

Ho creduto anche quando dicevo:
“Sono troppo infelice”.
Ho detto con sgomento:
“Ogni uomo è bugiardo”.                          R.

Che cosa renderò al Signore
per tutti i benefici che mi ha fatto?
Alzerò il calice della salvezza
e invocherò il nome del Signore.              R.

Adempirò i miei voti al Signore,
davanti a tutto il suo popolo.
Agli occhi del Signore è preziosa
la morte dei suoi fedeli.                             R.

Ti prego, Signore, perché sono tuo servo;
io sono tuo servo, figlio della tua schiava:
tu hai spezzato le mie catene.
A te offrirò un sacrificio di ringraziamento
e invocherò il nome del Signore.             R.

  

Seconda Lettura

Dalla prima lettera di San Giovanni apostolo

(5, 1-5)

C

arissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è stato generato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato. In questo conosciamo di amare i figli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti. In questo infatti consiste l'amore di Dio, nell'osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. Chiunque è stato generato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede.
E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio?
Parola di Dio.

  

Canto al Vangelo

(Mt. 10, 32)

       Alleluia, Alleluia.
Chi mi riconoscerà davanti agli uomini,
dice il Signore,
anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli.
Alleluia.

 

Vangelo

Dal Vangelo secondo Matteo

(10, 28-33)

I

n quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l'anima e il corpo. Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!

Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli.
Parola del Signore.

 

Preghiera dei fedeli (1)
La nostra fede e la nostra preghiera si nutrono della testimonianza che San Pantaleone martire ci ha dato sull’esempio di Cristo, modello di ogni martirio.

Preghiamo insieme e diciamo:

R.  O Dio dei martiri, ascoltaci.

Per la santa Chiesa, perché vivendo il Vangelo che annunzia, sia nel mondo il segno dell'amore gratuito e universale del Padre, preghiamo.         R.

Per il Papa, i Vescovi e i Presbiteri, perché diventino con la forza dello Spirito e la santità della vita il modello del loro popolo, preghiamo.         R.

Per tutti i lontani da Dio e gli increduli, perché San Pantaleone possa convertire il loro cuore a Cristo così come ha convertito il cuore di suo padre, preghiamo.         R.

Per tutti gli ammalati e i sofferenti, perché sull'esempio di San Pantaleone possano vivere l'esperienza del dolore e della prova in unione a Cristo Crocifisso, preghiamo.     R.

Per la pace nel mondo, perché il Signore possa sradicare il seme del male, della violenza, della guerra e della prevaricazione in modo tale che ogni popolo possa ritrovare la sua identità e promuovere la sua vita civile e sociale, preghiamo.     R.

Per questa comunità parrocchiale, perché in essa non manchino giovani capaci di impegnarsi al servizio del bene e pronti a rispondere generosamente al tuo progetto, preghiamo.    R.

Per tutti noi qui presenti, perché queste celebrazioni particolari non siano solo momenti carichi di emotività ma suscitino in noi il desiderio di un cammino più serio e impegnato verso il Signore e di una più generosa risposta alle provocazioni del Vangelo, preghiamo.      R.

Sii benedetto, Signore, per averci dato la compagnia e l’esempio di S. Pantaleone, tuo servo ed amico; per la sua preziosa intercessione donaci la gioia di percorrere con l’audacia della fede la via santa che dal fonte battesimale porta alla Gerusalemme celeste. Per Cristo nostro Signore.

 

Preghiera dei fedeli (2)
Supplichiamo con fede Dio, Padre misericordioso. Con la potenza dello Spirito Santo egli continuamente santifica la Chiesa e ci offre nelle sorelle e fratelli santi una fedele immagine di Cristo suo Figlio.

Per intercessione di San Pantaleone:

R.    Salvaci, Signore.

Dio, fonte di ogni santità, che fai risplendere nei santi i prodigi della tua grazia, concedi a noi di riconoscere in loro i segni della tua grandezza.         R.

Dio di infinita sapienza, che hai costituito gli apostoli  come colonna e fondamento della Chiesa di Cristo, conferma il tuo popolo nell’adesione piena e cordiale al loro insegnamento.    R.

Tu che hai dato ai martiri la fortezza per testimoniare il Vangelo fino all’effusione del sangue, redici fedeli testimoni del tuo figlio.   R.

Tu che hai ispirato alle vergini il santo proposito di imitare Cristo vergine povero e obbediente, fa che non manchi mai alla Chiesa il segno della verginità consacrata come testimonianza dei beni futuri.    R.

Tu che riveli la tua presenza in tutti i santi e manifesti in loro il tuo volto e la tua parola, concedi al popolo cristiano che li onora di sentirsi sempre più unito a te, sommo bene.      R.

Sii benedetto, Signore, per averci dato la compagnia e l’esempio di S. Pantaleone, tuo servo ed amico; per la sua preziosa intercessione donaci la gioia di percorrere con l’audacia della fede la via santa che dal fonte battesimale porta alla Gerusalemme celeste. Per Cristo nostro Signore. 

Sulle Offerte
Accogli, Signore, i doni che ti offriamo nella festa di San Pantaleone e confermaci nella fede che egli testimoniò con il suo martirio. Per Cristo nostro Signore.      Amen.

Antifona alla Comunione
“Chi perderà la propria vita per me e per il Vangelo, la salverà”, dice il Signore.    Cfr Mc 8, 35

Dopo la Comunione
Signore, che ci hai accolto alla tua mensa nel giorno dedicato a San Pantaleone, donaci la multiforme ricchezza della tua grazia, perché dal suo glorioso martirio impariamo ad essere forti nell’ora della prova ed a esultare nella speranza della vittoria.
Per Cristo nostro Signore.              Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

     Precedente